venerdì 11 marzo 2016

Di viaggi nel tempo e donne cazzute


Mi rendo conto solo ora di essere circondata da gatti: tazza con gatto, mousepad con gatto e salvaschermo del pc con gatto. Senza dimenticare l'enorme palla di pelo grigia che sta dormendo qui al mio fianco. Questo mi fa tornare in mente l'episodio di 2 Broke Girls in cui Max e Caroline adottano il gatto Nancy, un episodio memorabile soprattutto per la storia del nome. 



Capisci che una serie diventerà un cult quando così dal nulla ti viene in mente una scena particolare. Ecco per me questa serie è già un cult. E pensare che inizialmente non volevo neanche guardarla, mi hanno convinto le sonore risate di mia sorella. Ma che avrà tanto da ridere mi chiedevo. E così in men che non si dica 2 Broke Girls è entrata di diritto nelle serie più citate del momento, da noi due intendo. Poi cosa cita il resto del mondo proprio non lo so. Io cito sempre Ritorno al Futuro ma nessuno mi capisce. 
A proposito di viaggi nel tempo non posso non parlare di un anime inaspettatamente coinvolgente ovvero Stains Gate. 




Buoni motivi per guardarlo: sono solo una ventina di episodi, tema del viaggio nel tempo e continui riferimenti a Ritorno al Futuro, rielaborazione della storia di John Titor ovvero il finto viaggiatore nel tempo che diventò il fenomeno del web una decina di anni fa, riferimenti ad un futuro distopico stile 1984, conseguenze negative causate dall'effetto farfalla (ricordate il film The Butterfly Effect?ecco proprio quella cosa lì). Credo sia abbastanza no? E pensare che l'ho scoperto per caso su rai 4 che fortunatamente è passato a sky permettendomi di registrare i miei programmi preferiti senza troppi problemi. Ad esempio Vikings che amo alla follia va in onda su rai4. La terza stagione è appena terminata e sono già in astinenza. Che ci posso fare ho un debole per gli uomini barbuti. Anche se la mia preferita è Lagertha. Che si fottano le mode delle riviste, ormai sono due anni che per me esiste solo il Lagertha style! 



Restando in tema 'donne cazzute delle serie tv' sono stata felicissima del fatto che nella seconda stagione di The Strain si sia dato molto più spazio a Dutch.



Lo so che sono una delle poche a cui piace questa serie. In realtà la prima stagione l'ho trovata un po' lenta, ma questa seconda mi ha appassionata tantissimo. Forse proprio perché si è lasciato più spazio agli altri personaggi mettendo da parte i due protagonisti che, secondo me, sono il vero grande problema di tutta la serie (e credo se ne siano accorti anche gli autori visto il finale). 

La donna cazzuta che invece è piaciuta a tutti tranne che a me è il detective Bezzerides di True Detective. 



Io di solito non ho pregiudizi sugli attori ma secondo me Rachel McAdams ha solo due espressioni: quella da film romantico e quella arrabbiata per tutti gli altri. Ecco la faccia arrabbiata di True Detective la ricicla poi per Il caso Spotlight. Comunque non mi è piaciuto neanche il suo personaggio. Ma forse io non sono obiettiva quando si parla di True Detective. 
Per me dopo Rust non c'è più niente.