martedì 18 agosto 2015

Tra Salem il gatto e Salem la serie tv preferisco il gatto


Sono seduta davanti ad una pagina bianca da circa dieci minuti, non perché io non sappia cosa scrivere ma perché come al solito la mia gatta ha il 'pc-radar': appena accendo il computer eccola che arriva e si siede sulle mie gambe in cerca di coccole. Se la ignoro mi morde. Io ovviamente cedo a questo suo atteggiamento da piccola bastarda e sto lì ad accarezzarla. 

Ma quanto era bello l'episodio di The Big Bang Theory in cui Sheldon prendeva tutti quei gatti?


E quanto è bello Ferguson, il gatto di Winston in New Girl?


Ma il mio preferito di tutti i tempi resta lui: Salem!


Il gatto della serie tv Sabrina vita da strega, una delle mie preferite di tutti i tempi. Quanto desideravo avere i suoi poteri, soprattutto quello di cambiarsi d'abito in un nano secondo.

Ma a proposito di Salem e streghe, ho appena terminato la prima stagione della serie Salem (ma quanto sono brava a creare collegamenti tra discorsi random?! Giuro che non era neanche programmato, mi è venuto così! Lo so, non ci credete...)



Ovviamente da appassionata di soprannaturale non potevo perdermela, anche se dai promo non mi aveva convinta più di tanto. La storia capovolge il pensiero comune tramandato nei secoli, ovvero che a Salem in realtà non ci fosse nessuna strega. E invece qui le streghe ci sono e anzi guidano i puritani a loro insaputa, spingendoli a mettere al rogo persone accusate di stregoneria ma che in realtà sono innocenti. 
Come idea è sicuramente originale ma alla fine diventa il solo unico filo conduttore di tutta questa prima stagione, unito ovviamente alla storia d'amore tra Mary Sibley (la strega) e John Alden (il prode guerriero).
Di colpi di scena ce ne sono pochi e molte situazioni sono abbastanza prevedibili. Nonostante queste lacune la serie è stata rinnovata per la seconda stagione. La guardo o non la guardo? Non ho ancora deciso ma forse si, dopotutto ho guardato tutte e sei le stagioni di Gossip Girl!


Che poi Gossip Girl lo seguivo soprattutto per guardare gli outfits delle protagoniste e in tal senso gli abiti di Mary Sibley non hanno nulla da invidiare a quelli delle ragazze dell' Upper East Side.

E sempre a proposito di ragazzine ben vestite ma alquanto insopportabili, devo recuperare la quinta stagione di Pretty Little Liars perché come dice Melisandre


Ormai è un tormentone.