giovedì 18 febbraio 2016

C'è bisogno di nuovi generi cinematografici


Hai presente quei sabati sera in cui c'è tempaccio e non hai alcuna voglia di uscire ma neanche di stare in casa perché ti deprime? Ebbene in questi casi la soluzione è solo una: cinema!
A volte però la sfiga vuole che vengano proiettati solo film brutti o mediocri, quindi o ci vai lo stesso o te ne stai a casa. 
Tutto questo discorso era per giustificarmi del fatto di aver visto Crimson Peak al cinema.
Perché io l'avevo capito già dal trailer che non ne valeva la pena e di solito ci azzecco sempre su queste cose. 



Non so perché ma era stato spacciato per horror. Ora un film non è horror solo perché ci sono due fantasmi, altrimenti dovremmo definire horror anche i Ghostbusters. E quindi come definirlo? Fantasy no. Dovrebbero coniare nuovi generi, in questo caso il genere Gothic. Poi dovrebbero creare anche un nuovo genere che includa tutti quei film che non sono né commedie né  drammatici ma che puntualmente vengono inseriti tra i drammatici e poi di dramma non hanno niente. Tipo Big Fish giusto per citarne uno. Però in questo caso non sono ancora in grado di scegliere un nome... ci penserò su!
Comunque a me Crimson Peak non è dispiaciuto affatto. Ok era molto prevedibile, ma le atmosfere gotiche mi hanno sempre incantata non posso farci nulla. Dico solo che avrei preferito guardarmelo a casa.
Un film che invece va visto solo ed esclusivamente al cinema è 007.




Ho letto molte critiche su Spectre e sinceramente non capisco tutto questo accanimento. Ok non sarà il miglior film della saga ma io l'ho trovato piacevole e comunque per me Daniel Craig resta il miglior James Bond dell'era moderna. Poi non so voi ma io quando vado a vedere un film del genere non mi aspetto un capolavoro voglio solo godermi un po' di effetti speciali e inseguimenti adrenalinici e qui di certo non mancano. La scena che ho preferito è quella iniziale ambientata durante la festa dei Morti in Messico. Ma è davvero così? Voglio andarci!
Non mi è piaciuto invece il personaggio di Waltz, davvero poco credibile. E per la prima volta non mi è piaciuta neanche la canzone di apertura, nulla in confronto0 alle precedenti.
E visto che stiamo parlando di delusioni voglio accennare all'ennesimo brutto film di Johnny Depp, ovvero Mortdecai.



 Questo film è  a dir poco imbarazzante! La storia banale e il protagonista insopportabile. Di solito Johnny è in grado di creare personaggi con una personalità unica e molto carismatici, ma stavolta è un vero disastro. Fortuna che questo non l'ho visto al cinema, credo avrei chiesto un rimborso altrimenti.

Ho finito.
Anzi no.
Non mi va di chiudere con un film brutto.
Quindi vi consiglio un documentario bellissimo che era stato proposto anche al cinema per pochi giorni: si tratta di Firenze e gli Uffizi 3D. 



Non è il solito documentario che dopo dieci minuti ti fa venir sonno. No questo è davvero appassionante. Il tutto è introdotto da un attore che interpreta Lorenzo Il Magnifico, detta così sembra un po' un'americanata ma dopotutto che male c'è?! La parte dedicata a Botticelli è la mia preferita. Le musiche utilizzate come sottofondo creano un tutt'uno con la voce narrante che risulta vincente. 
Se amate l'arte e i documentari vi consiglio anche quello sui Musei Vaticani.