giovedì 25 giugno 2015

Stagioni terminate: Le regole del delitto perfetto, The Strain, Vikings 2, The white queen, Supernatural 8


Le regole del delitto perfetto



Ho seguito la prima stagione su Sky. Inizialmente ero un po' scettica su questa serie, il tema forense mi aveva fatto desistere dal seguirla. Poi però mi ha sorpresa. Non si tratta affatto di una serie legale ma di un vero e proprio thriller. Ogni episodio ha si il suo caso da risolvere, ma il filo conduttore principale è onnipresente. In ogni episodio ci sono dei flashback che ruotano tutti intorno al grande quesito della stagione: chi ha ucciso Lila Stangard? Nel finale questo mistero viene rivelato e le cose si complicano ulteriormente, in una sequenza di immagini ad alto tasso adrenalinico. 
Viola Davis è superba nei panni dell'avvocatessa Annalise Keating ma anche il resto del cast non delude. In conclusione ho apprezzato molto questa prima stagione e attendo con curiosità la seconda (che dovrebbe partire a settembre).


The Strain


Altra novità proposta da Sky è stata The Strain. La serie è prodotta da Guillermo del Toro, il che è stato il vero motivo che mi ha spinta a seguirla. Dal promo credevo trattasse di alieni, invece parla di vampiri. Di quelli cattivi e brutti, che gli umani li mangiano mica li sposano (ogni riferimento è puramente casuale). Seguiamo quindi le vicende di un improvvisato gruppo di persone che dà la caccia al capo di questi vampiri, perché uccidendo lui si potrà porre fine al contagio. 
Sinceramente questa serie mi ha un po' delusa, l'ho trovata abbastanza banale e a tratti noiosa. Anche la conclusione di questa prima stagione è stata piuttosto piatta. I personaggi poi sono poco interessanti, fatta eccezione forse per il vecchio ebreo. 


Vikings 2



Si riconferma una delle mie serie preferite degli ultimi anni. Questa seconda stagione non è bella come la prima, ma comunque apprezzabile. Per tutto il tempo si ha come l'impressione di trovarsi di fronte ad un Ragnarr stanco, che cerca di stabilire alleanze pacifiche spesso anche rimettendoci in credibilità. Poi però capisci che le cose non stanno proprio così, che il vichingo è stato lungimirante e che quello che voleva era creare le condizioni adatte per sbarazzarsi di chi gli dava fastidio. Alleanze, battaglie e cospirazioni. E scene cruente che neanche in Game of Thrones. Finale di stagione da standing ovation. 



The White Queen



Serie di qualche anno fa. La storia è quella della guerra tra Lancaster e York, storia inglese insomma. La mia preferita. Questa serie non mi ha delusa, se non forse per il finale che ho trovato troppo precipitoso. Avrebbero potuto fare qualche episodio in più. Avevo inoltre letto che girava una petizione da parte dei fans che chiedeva una seconda stagione. Ebbene nonostante abbia apprezzato molto questa serie credo che una seconda stagione sarebbe stata irrealizzabile. La storia era quella, non c'era altro da dire.


Supernatural 8



Non ricordo più da quanti anni seguo Supernatural, ma ormai sono affezionata a Sam e Dean (e Castiel). Guardarli mi fa sentire a casa, mi dà proprio un senso di familiarità. Detto ciò, questa serie è forse quella che ho gradito meno. L'ho trovata lenta e persino il finale di stagione, che solitamente è il pezzo forte, non mi ha sorpresa più di tanto. Troppe storie autoconclusive e anche piuttosto banali. La storyline delle prove da affrontare per chiudere le porte dell'inferno non è stata sviluppata al meglio. Vedremo se con l'arrivo degli angeli caduti le cose cambieranno.