martedì 17 settembre 2013

Bisogno di scrivere

Sono una persona che scrive parecchio, ecco perchè una sola agenda non mi basta.


Ognuna delle mie agende ha un 'tema' diverso.
Partendo da destra c'è il Recipe Journal ovvero l'agenda Moleskine a tema Cucina. Lì è dove scrivo tutte le mie ricette. Credo che l'idea di Moleskine di creare agende tematiche sia davvero carina e soprattutto utile a chi come me ama scrivere dividendo i vari argomenti. 

C'è poi l'agendina della Mini (quella nera con la macchina per intenderci), ecco quella è una new entry e sostituirà quella verde di Balmain. La uso per appuntare di tutto: ricerche web, negozi preferiti, cose da comprare e soprattutto liste. Sono fissata con le liste.

La terza è un'altra Moleskine, questa a tema Piccolo Principe. La uso come diario dove appunto i miei pensieri, è quella privata insomma.

Poi c'è una piccola agendina a tema Anime che mi ha regalato mia sorella. La uso per scrivere citazioni che trovo nei libri che leggo o anche nei film che guardo. Anche questa è quasi finita e ho deciso di sostituirla con una più grande ovvero quella di Accessorize che vedete in basso a destra (quella a tema Parigi).

Poi c'è lo Style Journal, sempre Moleskine, che uso per appuntare i miei outfit. Mi è davvero utile quando sono di fretta e ho cinque minuti per scegliere cosa mettere, la apro e scelgo direttamente lì.

Infine quella piccola centrale è sempre una Moleskine (non mi piacciono per niente le Moleskine eh?!) ma piccola. La classica agenda annuale e quella che porto sempre con me, dove appunto impegni e cose da fare. 

Ne manca un'altra all'appello ma in realtà si tratta di un quaderno ed è in condizioni pessime. Vorrei sostituirlo ma ci sono affezionata... è quello che chiamo il Movie Book, ovvero un quaderno dove annoto anno per anno i film che guardo e ad ognuno dò un voto. La cosa più divertente è notare come i miei gusti siano cambiati nel corso degli anni, film che prima avevo classificato come brutti ora invece li trovo belli e viceversa.

Inutile dire che ho scatoloni pieni di agende vecchie, accumulate nel corso degli anni. Ogni tanto vado a riguardarne qualcuna e mi tornano alla memoria vecchi ricordi che pensavo perduti per sempre: è proprio questo il potere della scrittura.